Competitività, innovazione e digitalizzazione

di Alessandra Vittorini, Direttore Fondazione Scuola dei beni e le attività culturali

(da LuBeC 2021)

Competitività, innovazione e digitalizzazione: su questi temi siamo tutti invitati – istituzioni, enti, amministrazioni, aziende e professionisti – a riflettere insieme, a partire da ciò che sta avvenendo e da ciò che siamo chiamati ad attuare nell’immediato futuro.

Ma quali sono gli scenari e le prospettive su cui intervenire?

Continua la lettura Competitività, innovazione e digitalizzazione

Sistema Hera – Una piattaforma digitale per il Patrimonio di Paestum e Velia

 di Francesco Uliano Scelza, Funzionario Archeologo – Parco Archeologico di Paestum e Velia, Riccardo Auci, Informatico – Visivalab SL

e Cristiano De Vita,  Archeologo – Visivalab SL

(da LuBeC 2021)

HERA è il sistema di gestione digitale del Parco Archeologico di Paestum e Velia. Nasce dalla esigenza di ordinare, tutelare e rendere fruibile un Patrimonio articolato in monumenti, reperti mobili e materiale documentale, conservato in depositi, spazi espositivi, aree archeologiche e archivi.

Rispetto a tale contesto, il Parco Archeologico di Paestum e Velia ha avviato un percorso di digitalizzazione mirando a due grandi obiettivi: supportare le attività amministrative e tecniche di gestione del Patrimonio; facilitare l’accesso all’ampio bacino culturale del Parco.

Continua la lettura Sistema Hera – Una piattaforma digitale per il Patrimonio di Paestum e Velia

L’accessibilità al patrimonio nella dimensione educativa attraverso il digitale

di Elisabetta Borgia, funzionario archeologo

(da LuBeC 2021)

Questo intervento sui percorsi educativi del Ministero è dedicato all’accessibilità al patrimonio culturale come diritto e come opportunità, come sfida per crescere in un settore strategico per la coesione sociale e per lo sviluppo non solo culturale, ma anche economico di un territorio.
Per affrontare il tema è necessaria una prima riflessione sul legame con il bagaglio, l’eredità culturale che è in ogni persona, una ricchezza individuale e collettiva, un riferimento il cui valore riesce ad emergere in modo consapevole, talvolta, solo quando ne veniamo privati.

Continua la lettura L’accessibilità al patrimonio nella dimensione educativa attraverso il digitale

Giochi di carta: le stampe dell’Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale. Trasmettere la memoria attraverso la digitalizzazione.

di Anna Luce Sicurezza, funzionario storico dell’arte ICPI

(da LuBeC 2021)

Il progetto di digitalizzazione ha riguardato le incisioni a tema ludico conservate a Roma presso il Gabinetto delle stampe dell’Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale. La sezione del gioco fa parte di un insieme più ampio, il cui nucleo principale risale alla mostra di Etnografia Italiana del 1911 curata dall’etnologo Lamberto Loria. Nello specifico, le incisioni vennero raccolte da Achille Bertarelli e suddivise in tematiche quali la divinità, la religiosità popolare e l’uomo. Tra le attività umane, una sezione è ancora oggi dedicata al gioco.

Continua la lettura Giochi di carta: le stampe dell’Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale. Trasmettere la memoria attraverso la digitalizzazione.

Rinnovare la memoria. Le nuove tecnologie al servizio del patrimonio culturale immateriale

di  Leandro Ventura, Direttore dell’Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale ICPI

(da LuBeC 2021)

Nel corso di LuBeC 2021, nell’ambito della sessione “Digitalizzare la memoria”, l’Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale (ICPI) ha organizzato il focus Le comunità patrimoniali come risorsa per la ripartenza: strumenti innovativi per il patrimonio immateriale”, proponendo alcune delle esperienze più recenti realizzate, tra l’altro, con l’obiettivo di rinnovare le modalità di documentazione e conservazione della memoria di un patrimonio volatile e mutevole come quello immateriale, attraverso l’uso delle tecnologie più recenti, dall’immersività alla realtà aumentata.

Continua la lettura Rinnovare la memoria. Le nuove tecnologie al servizio del patrimonio culturale immateriale

Audio 3D

Audio 3D  La sensazione che l’Audio 3D produce è come se si fosse immersi in un'onda audio completamente avvolgente. È un’esperienza unica, che permette di vivere il suono piuttosto che ascoltarlo semplicemente. Per ottenere questo effetto tramite cuffie o visori si utilizza un impianto audio binaurale, una tecnica nata oltre un secolo fa e capace…

Leggi tutto

Video Projection Mapping

VPR – Videomapping Il Videomapping o Video Projection Mapping (declinato secondo molteplici definizioni per lo più commerciali) è una particolare forma di realtà aumentata, detta anche Spatial Augmented Reality, che consiste nel proiettare immagini su una superficie reale ottenendo spettacolari effetti 3D. La tecnica del mapping consiste nel proiettare animazioni e video su di una…

Leggi tutto

Virtual Reality

VR-Realtà virtuale La realtà virtuale, dall’inglese Virtual Reality (VR), è un'esperienza tridimensionale completamente immersiva e generata con il computer, che inganna i sensi inducendo a pensare che si è in un mondo parallelo rispetto a quello reale. L’utente può ricevere dei feedback visivi, sonori e tattili dalla realtà che lo circonda usando specifici strumenti a…

Leggi tutto

Augmented Reality

AR – Realtà Aumentata La realtà aumentata, dall’inglese Augmented Reality (AR), consente di aggiungere degli elementi digitali al mondo reale, come una sorta di “estensione” della realtà circostante. L'AR sovrappone le informazioni digitali (testi, immagini, filmati live action o animati) agli elementi del mondo reale. Il gioco che spopolava nel 2016, Pokémon GO, è tra…

Leggi tutto

Quali prospettive per lo Spettacolo

Intervento di Francesca Rossini, Componente del Consiglio Superiore dello Spettacolo per ANCI Nazionale

Ho provato anche io a cercare una chiave di lettura unica e che fosse più aderente possibile alla realtà, ma non ho potuto fare a meno di interrogarmi sulla materia in via prioritaria dal punto di vista dei Comuni, che vivono da anni con tagli importanti di bilancio e dunque nel settore dello spettacolo cercano di convogliare principalmente buona parte delle risorse sulle realtà stabili quali ad esempio le fondazioni liriche sinfoniche, i teatri stabili e secondariamente con minori risorse prevedono bandi a sostegno dei progetti degli altri operatori.

Continua la lettura Quali prospettive per lo Spettacolo